COME FUNZIONA IL GAS


24112011825

COME FUNZIONA IL GAS

 

Partecipare al GAS Arci è molto semplice : basta avere la tessera Arci dell’anno in corso e un indirizzo mail attivo. Infatti le nostre comunicazioni avvengono principalemente via mail.

 

GLI ORDINI E I PRODOTTI

1) Una volta alla settimana ordiniamo una cassetta di verdura di stagione da 4 kg, al costo di 6 euro ( 1.50 euro ). La produttrice ce la consegna in sede ogni giovedì. Per ordinare la cassetta occorre venire in sede, fare l’ordine per la settimana successiva e pagare in anticipo.

 

13102010745  IMG_1666

 

2) Una volta al mese ( o ogni due mesi, dipende dalle richieste ) ordiniamo un pacco di carne di vitello da 3 kg. Il pacco costa 37.50 euro ( 12.50 euro al kg ) ed è preparato appositamente per il GAS, quindi contiene un misto di vari tagli ( fettine, bistecche etc..), carne macinata, bollito, spezzatino etc..Tutto già sottovuoto e pronto per essere consumato o congelato.

 

3) Periodicamente ordiniamo legumi, olio, miele, pollame e uova, saponi naturali,etc.

Questi ordini vengono effettuati quando c’è disponibilità dei prodotti, oppure quando un certo numero di soci del gas ne fa richiesta. In questo caso inviamo una mail alla mailing list del gas con tutti i dettagli sulla modalità per effettuare gli ordini, il pagamento ed il ritiro.

 

Naturalmente siamo aperti alla possibilità di inserire nuovi prodotti nell’elenco di ciò che acquistiamo. L’importate è che i produttori siano della zona, abbiamo chiaro cos’è un gas e ci permettano di visitare l’azienda, accertarci della genuinità dei prodotti e del rispetto dei diritti dei lavoratori.

 

I NOSTRI PRODUTTORI DI FIDUCIA

 

1) ORTAGGI : FABIOLA FEROCI – AZIENDA GRICOLA “IL GELSO SOLITARIO” CANTALICE (RI) fabiolaferoci@libero.it

2) LEGUMI : MASCIOLETTI – AZIENDA AGRICOLA “IL CERQUETO” MORRO REATINO ( RI) g.mascioletti@virgilio.it

3) CARNE VITELLO : MONICA LUCCHETTI – AZIENDA AGRICOLA “LE CHIUSE DI REOPASTO” GRECCIO ( RI ) – reopasto@gmail.com

4) OLIO E POLLAME : EDOARDO ISNENGHI – AZIENDA AGRICOLA “LA CERQUETA”

CASTELNUOVO DI FARFA ( RI ) – esoardoisnenghi@gmail.com

5) MIELE : BENEDETTA MAZZATOSTA – COLLELUNGO SABINO ( RI ) – falcediluna@alice.it

6) CONFETTURE E DOLCI : ANNA MOSCONI – AZIENDA AGRICOLA “NONNA PAPERA”

CONTIGLIANO ( RI ) – mosconi.anna@virgilio.it

 

LA NOSTRA STORIA

 

Quando, nel 2009, ci venne in mente di creare un Gruppo d’Acquisto Solidale a Rieti, in città non ne esisteva neanche uno. Sapevamo che la realtà del GAS era ormai diffusa e consolidata in molte città italiane, ma nella nostra non ce n’era traccia.

Così a gennaio 2009, attraverso la mailing list dell’Arci, convocammo una riunione per dare vita al GAS Arci..ma non sapevamo esattamente che cosa ci aspettasse!

 

Alla riunione si presentarono una decina di persone, ognuna con le proprie idee e punti di vista sul da farsi. Le riunioni si prolungarono fino a giungo quando, finalmente, partorimmo la nostra idea di GAS! Il nostro gruppo d’acquisto avrebbe privilegiato innanzitutto i prodotti locali e biologici. La certificazione non sarebbe stato un requisito fondamentale, per la scelta dei prodotti ci saremmo basati principalmente sulla conoscenza diretta del produttore, le visite in azienda ed i controlli effettuati da noi stessi per verificare la genuinità dei prodotti. Avremmo acquistato verdura e frutta una volta alla settimana, la carne una volta al mese, i legumi un paio di volte l’anno etc..

 

Bhè..non ci crederete, ma la cosa più dura fu trovare i produttori disposti a rifornire il GAS.

 

Nelle nostre infinite peregrinazioni nelle piccole e piccolissime aziende agricole, ci rendemmo conto che la cultura del “cibo sano” non era particolarmente diffusa tra i produttori di Rieti. La chimica imperava in tutti gli orti che visitavamo, quando chiedevamo ai produttori se le verdure fossero biologiche ci guardavano come se parlassimo un’altra lingua. Un giorno un contadino mi disse “ Signorì, non mi faccia ridere. Lei viene qua con la sigaretta e vuole la verdura biologica?”..non aveva tutti i torti.

 

Dopo diversi mesi, trovammo comunque i produttori che facevano al caso nostro e da allora, tranne qualche rara eccezione, siamo rimasti a loro fedeli! Abbiamo creato dei bei rapporti di fiducia e stima e, a volte, anche di amicizia.

 

Negli anni poi la nostra attività di acquisto è stata arricchita da momenti di incontro e sensibilizzazione su tematiche specifiche legate al consumo critico (compostaggio domestico, ogm..) ma anche da momenti conviviali ( degustazioni, visite in azienda etc..).