22 giugno Giornata del Rifugiato a Passo Corese


IMG-20180620-WA0001

Quest’anno lo SPRAR di Fara in Sabina gestito dall’ARCI di RIETI dedica la GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO, al popolo Saharawi attraverso la proiezione del documentario del regista spagnolo Jordi Oriola-Folch ” FUCILI O MURALES. La lotta non violenta del popolo saharawi ”
I Saharawi aspettano da 40 anni il referendum di autodeterminazione promesso dall’ONU che porrebbe fine all’occupazione del Sahara occidentale da parte del Marocco.
Lo Sprar di Fara in Sabina, per il ruolo che svolge nella gestione dei richiedenti asilo sul territorio, è da sempre vicina e solidale ai tutti coloro che a causa delle più diverse ragioni sono costretti a spostarsi per ottenere una vita dignitosa e per vedere riconosciuti i loro diritti, il popolo Saharawi è un esempio: un popolo che a causa dell’invasione marocchina tutt’ora in atto è dovuto fuggire dal mare verso il deserto.
Il documentario racconta la storia di questo popolo tormentato e diviso.
Diviso perché solo 300mila Saharawi vivono presso i campi profughi algerini nella zona più inospitale del deserto del Sahara, riuscendo a mantenere condizioni di vita dignitose solo grazie agli aiuti umanitari, l’altra parte del popolo vive nei territori ancora occupati dal Marocco, oppressi e violentati dagli invasori, ma è diviso anche tra coloro che sono convinti nel proseguire la lotta in maniera non violenta attraverso la diplomazia e quelli desiderosi di tornare in guerra affinché finalmente il loro popolo possa autodeterminarsi.
L’evento sarà svolto in collaborazione con il Comune di Fara in Sabina e con l’associazione dei Gemellaggi di Fara in Sabina che da anni ha preso a cuore questa causa e, oltre a sensibilizzare la cittadinanza su questa tematica, durante l’estate si occupa dell’accoglienza di alcuni bambini saharawi.
L’appuntamento è Venerdì 22 aprile alle ore 21.00 in piazza della Libertà a Passo Corese.